.
Annunci online

  aleiorio Pensiero e Azione
 
Diario
 


 

 

Questo blog non è a scopo
di  lucro,  non  rappresenta
una  testata giornalistica in
quanto  viene  aggiornato
senza  alcuna  periodicità.
Non è pertanto un prodotto
editoriale  ai   sensi  della 
legge n. 62 del 7.03.2001.
Immagini  e foto  vengono 
perlopiù prese da internet,
qualora   dovessi   violare
diritti vari, comunicatelo e 

provvederò alla rimozione
del materiale. 

  
 

 http://www.wikio.it
  
il Taggatore
 
MigliorBlog.it

BlogItalia.it - La
directory italiana dei blog

Aggregatore notizie RSS

Il Bloggatore

 

Blog Directory

Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360°
provenienti dal mondo dei blog!

Independent Political Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Palestine Blogs - The Gazette

 Visita Top Amici di Web-Link!

 Visita Top Amici di Web-Link!

 Bookmark and Share

 Palestine Blogs - The Gazette
   Sabbah Report - Because Silence Is Complicity!

  La Top dei Super Siti

Locations of visitors to this page

 


15 ottobre 2010

L'aviazione israeliana sorvola i cieli di Gaza riproducendo il suono di bombardamenti

L'aviazione israeliana sorvola i cieli di Gaza riproducendo il suono di bombardamenti

Gaza - InfoPal. Questa mattina, l'aviazione israeliana ha sorvolato intensamente i cieli della Striscia di Gaza.

F-16 israeliani hanno volato a bassa quota, rompendo la barriera del suono con la riproduzione sonora di bombardamenti e lanciando scie di fumo bianco.

La provocazione si è ripetuta in diverse zone del territorio palestinese assediato e i cittadini hanno vissuto ore di ansia e terrore.

----------------------------------------------------------------------------------------------

Non tutti lo sanno, a molti non interessa, ma la guerra scatenata da Israele al Popolo Palestinese non è mai terminata e le incursioni aeree, gli omicidi, sono all'ordine del giorno...ora anche questa terribile forma di terrorismo psicologico?



19 ottobre 2009

Rapporto Goldstone all'ONU - Contrari: Italia, Israele e USA.


Rapporto Goldstone ottiene maggioranza assoluta al Consiglio per i Diritti umani dell'Onu. Voti contrari: Italia, Israele e Usa.

E' passata con la maggioranza assoluta la risoluzione che prevede l'adozione del Rapporto Goldstone sui crimini di guerra israeliani a Gaza: 25 voti a favore su 47. E' stata votata due giorni fa durante la seduta straordinaria del Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite.

Tra i 6 voti contrari, com'era prevedibile, quello degli Usa, di Israele e del nostro Paese, che si riconferma drammaticamente nel suo ruolo di colonia statunitense al pari di altri staterelli, e non come nazione sovrana rispettosa della legalità internazionale e del diritto umanitario.

11 nazioni le nazioni che si sono astenute. Il Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite è formato da 47 nazioni aderenti.

La bozza di risoluzione era stata presentata dalla Palestina, dall'Egitto, dalla Nigeria, dal Pakistan e dalla Tunisia, per conto dei paesi africani e del mondo arabo e islamico.

Il Rapporto Goldstone, che accusa l'esercito israeliano di "uso sproporzionato della forza" e di crimini di guerra compiuti dalle forze di occupazione israeliane e da Hamas, chiede al Segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, di "verificare se Israele e Hamas condurranno indagini credibili" sulla guerra scoppiata quest'inverno. Nel caso le due parti dovessero fallire, il Consiglio di Sicurezza dell'Onu dovrebbe deferire le accuse alla Corte criminale internazionale.

Dura la reazione statunitense: l'ambasciatore alle Nazioni Unite, Alejandro Wolff, ha definito la risoluzione "deplorevole".

Il governo israeliano, dal canto suo, ha espresso il timore che il Rapporto Goldstone possa fornire la base giuridica per l'incriminazione dei militari e dei dirigenti israeliani responsabili dell'operazione "Piombo Fuso" contro la Striscia di Gaza, che ha provocato 1400 morti, 5000 feriti, e enorme distruzione.

per saperne di più, da Infopal.it:

Rapporto Goldstone ottiene maggioranza assoluta al Consiglio per i Diritti umani dell'Onu. Voti contrari: Italia, Israele e Usa.

L'Alto Commissario Onu per diritti umani appoggia Rapporto Goldstone

Rapporto Goldstone: Gb, Francia e Usa chiedono a Israele nuove indagini. Governo Gaza avvierà inchiesta.

The European Campaign to end the siege on Gaza: il Parlamento Europeo discute la causa intentata contro Israele.

L'Anp propone bozza di risoluzione per sostegno al Rapporto Goldstone. Giuristi internazionali contro Abbas.

Hamas accusa Abbas di voler far cadere il Rapporto Goldstone nella prossima seduta del Comitato dei diritti umani

Richard Falk: l'Anp di Abbas ha salvato Israele dall...

Le vittime di guerra a Gaza: 'L'Anp ci ha pugnal...

Il tradimento di Abbas....



29 settembre 2009

Netanyahu senza vergogna

   
   Netanyahu senza vergogna

   Nel suo discorso davanti all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, a New York, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dato l'affondo all'Iran usando parole cariche d'aggressività, e ha sfidato la legittimità stessa dell'organizzazione internazionale.


   "Moderni nazisti" sono stati definiti i leader iraniani dal premier estremista, che ha anche attaccato le nazioni aderenti all'Onu per aver condannato i crimini israeliani commessi a Gaza, sottolineando come, secondo lui, l'indagine Onu condotta dal giudice ebreo sudafricano Richard Goldstone avrebbe colpito le vittime anziché prendersela con i "terroristi", Hamas e il suo "sponsor", l'Iran, appunto.

   Netanyahu ha poi fortemente criticato l'Assemblea Generale per aver dato la possibilità al presidente iraniano Mahmoud Ahmadenijad di parlare, il giorno prima: "Non avete vergogna? Non avete decenza?", ha chiesto il leader sionista. "Che disgrazia! Che beffa della carta delle Nazioni Unite!". "Voi date legittimità a un uomo che nega che sia mai avvenuto l'assassinio di 6 milioni di ebrei e che incoraggia la distruzione dello stato ebraico".

   Il linguaggio orwelliano d'Israele: retorica, propaganda e manipolazione della realtà.

   "L'Iran vi minaccia". Nel consueto tentativo di allargare alle nazioni della terra conflitti "privati", il primo ministro ha affermato che Ahmadenijad non minaccia soltanto "l'istituzione più importante della comunità internazionale, ma minaccia la sicurezza di tutte le nazioni del pianeta". Insomma, "il mio nemico è anche il vostro".

   E ha proseguito: "Forse alcuni di voi pensano che quest'uomo e il suo odioso regime minaccino solo gli ebrei. Se pensate questo, sbagliate. La storia ci ha sempre mostrato che ciò che inizia come attacco agli ebrei finisce con il coinvolgere molti altri".

   Netanyahu ha aggiunto che "la sfida più urgente che deve affrontare l'Onu è prevenire che i tiranni di Tehran acquisiscano armi nucleari, che verrebbero usate per ribaltare il corso della storia". "E come la tardiva vittoria sul nazismo, le forze del progresso e della libertà prevarranno soltanto dopo che dal genere umano verrà preteso un orribile contributo di sangue e di distruzione".

   "La più grande minaccia che il mondo deve affrontare oggi è il matrimonio tra il fanatismo religioso e le armi di distruzione di massa", ha evidenziato, dimenticando, forse, che in Israele governano i fanatici estremisti e lo stato sionista è una potenza atomica che mai ha ratificato il Trattato di non proliferazione nucleare (a differenza, per esempio, dell'Iran, che ne è firmatario).

   Il premier-falco ha poi invitato l'Onu a sfidare l'Iran: "Sono disponibili, i membri delle Nazioni Unite, a tale sfida? La comunità internazionale rovescerà i sostenitori e praticanti del terrorismo più pericolosi del mondo? E soprattutto, la comunità internazionale impedirà al regime terrorista iraniano di sviluppare armi atomiche, con cui minaccia la pace del mondo intero?"

   Crimini di guerra a Gaza: Netanyahu attacca l'inchiesta Onu. Dura condanna è toccata anche al rapporto Goldstone. Netanyahu ha spiegato come il feroce attacco contro Gaza, condotto l'inverno scorso, sia stato, in realtà, realizzato in maniera "molto più etica" rispetto all'attacco degli Alleati contro la Germania nazista durante la seconda Guerra mondiale: "C'è solo un esempio nella storia di migliaia di razzi lanciati su una popolazione civile. Accadde quando i nazisti bombardarono le città britanniche".

   In un esercizio di manipolazione della comunicazione e della realtà, il premier estremista ha dunque paragonato il lancio di razzi artigianali palestinesi ai bombardamenti nazisti, dando la colpa a Hamas per l'uccisione di centinaia di civili palestinesi. "Dovendo affrontare un nemico che stava commettendo un doppio crimine di guerra - ha sottolineato Netanyahu -, quello di sparare su civili mentre si nascondeva dietro a dei civili, Israele ha cercato di condurre attacchi chirurgici contro i lanciatori di razzi".

   Netanyahu ha infine chiesto all'Onu di respingere i risultati del rapporto Goldstone, cercando, in un affondo, di delegittimare la stessa organizzazione internazionale, per poi rivalutarla poco dopo, ricordando come furono proprio le Nazioni Unite a fondare lo stato ebraico: "Quasi 62 anni fa, le Nazioni Unite riconobbero il diritto degli ebrei, un popolo di 3500 anni, ad avere uno stato proprio nella loro antica patria. Nel 1947, questo organismo votò la creazione di due stati per due popoli – uno stato ebraico e uno arabo".

   E ha concluso, infine, dichiarando: "Ai palestinesi deve essere chiesto di riconoscere la nazione-stato del popolo ebraico. Chiediamo ai palestinesi di fare ciò che hanno rifiutato per 62 anni: dire sì allo stato ebraico".

fonte: www.infopal.it

intanto nella Striscia di Gaza si continua a sparare:
http://www.infopal.it/12314-striscia-di-gaza-artiglieria-israeliana-spara-sulle-abitazioni-numerosi-feriti.html

http://www.infopal.it/12319-bombe-israeliane-contro-la-striscia-di-gaza-feriti-due-fratelli.html

http://www.infopal.it/12321-bombardamenti-israeliani-contro-il-nord-della-striscia-di-gaza-ferito-combattente-delle-brigate-al-quds.html

Andate a leggervi un mio precedente post sul Trattato di non proliferazione nucleare e scoprirete che Israele non è firmataria:
http://aleiorio.ilcannocchiale.it/post/1959540.html

ultime notizie:

http://www.infopal.it/12333-escalation-di-attacchi-contro-la-striscia-l%26%2339%3baviazione-da-guerra-israeliana-bombarda-il-nord-e-il-sud-2-giovani-uccisi-altri-6-feriti.html


20 febbraio 2009

BORN TO KILL

      BORN TO KILL     
                        

    La guerra in Palestina non si è mai fermata. Continuano gli attacchi alla popolazione palestinese nella Striscia e in Cisgiordania, altra regione che dopo il massacro di Gaza è sotto il tiro dei tank israeliani.
Tra il 15 e il 16 febbraio l'esercito israeliano ha assaltato diverse aree della West Bank, sparando alla cieca e facendo irruzione in molte abitazioni. 37 cittadini "ricercati" sono stati "arrestati".
Nei pressi di Qalqiliya, i militari hanno preso un ragazzino di 13 anni, Tha’er Bayan Itbi, sequestrato mentre si stava recando in un negozio del paese ed è stato portato in una località non identificata.
A Jenin, i soldati hanno sequestrato un altro giovane, Shadi Jamil Zeidan, dopo aver invaso la città attaccando diverse abitazioni e a Nablus, sono stati sequestrati Thafer As’ad Ash-Shahruri e Abed-Al-Hai Rebhi A’tta Hamad.
Ieri gli israeliani hanno imposto il coprifuoco sulla cittadina di Jayyus, in Cisgiordania, invadendola con più di 20 mezzi corazzati, e hanno fatto irruzione in decine di case, per poi perquisirle. Sui tetti di alcune abitazioni hanno installato delle postazioni di controllo per sorvegliare i movimenti dei cittadini, ai quali è stato vietato di lasciare le proprie dimore per recarsi al lavoro. Ai giovani è stato ordinato di raccogliersi nella scuola locale per l’ispezione. Venti giovani sono stati arrestati e portati via, dopo essere stati interrogati nel cortile della scuola. I soldati avrebbero riferito alle rispettive famiglie che erano “ricercati” dall’intelligence israeliana. Tra le case occupate dall’esercito vi sono l’abitazione del cittadino Jaber Shamasnah e quella del sindaco Abu at-Taher, sulle quali è stata issata la bandiera israeliana. I soldati hanno effettuato le perquisizioni alla cieca, costringendo gli inquilini a uscire fuori e fotografando le case sia dall’interno che dall’esterno.
Ieri gli aerei da guerra israeliani hanno bombardato diverse strutture, una moschea al centro della città di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza, e la striscia di frontiera tra Rafah e l’Egitto, uccidendo due palestinesi. Testimoni oculari hanno riferito che un aereo da guerra israeliano, “F16”, ha lanciato due missili contro la sede delle forze di sicurezza di Khan Younis danneggiando gli edifici vicini e la moschea. Sono stati più di sette gli attacchi contro la striscia di frontiera che divide Rafah dall'Egitto, con il pretesto di colpire i "tunnel".

Una delegazione del Parlamento Europeo a Gaza, con la ‘nostra’ Luisa Morgantini, si dichiara: “scioccata e sgomenta dalle scene di enorme distruzione di cui è stata testimone a Gaza" ed ha ribadito: "l'assoluta necessità di un'inchiesta che individui le responsabilità del governo e dell'esercito israeliano per le violazioni delle convenzioni internazionali e per i crimini di guerra che da quanto ha osservato la delegazione si possono già rilevare: uccisioni di civili, distruzione di infrastrutture, ospedali, moschee, case, aree industriali".

Una delegazione parlamentare britannica guidata da Richard Borden ieri ha visitato la Striscia di Gaza e durante una conferenza stampa, ha chiesto la fine dell'assedio e ha accusato i leader israeliani della responsabilità del danno causato alla popolazione palestinese. Borden ha spiegato che il gruppo di parlamentari riferirà degli esiti del viaggio a Gaza alla Casa dei Comuni britannica, chiederà la riapertura dei valichi e l'invio di aiuti; ha aggiunto che i parlamentari membri della delegazione evidenzieranno al parlamento britannico la necessità di ritenere Israele responsabile di ciò che ha compiuto a Gaza e di ottenere spiegazioni sulle ragioni che lo hanno mosso a colpire scuole e ospedali. Bordon ha sottolineato che lui e gli altri parlamentari sono rimasti profondamente scioccati dall'ampiezza della distruzione, la cui realtà non è mai stata mostrata dalla tv britannica.

fonte: infopal


11 gennaio 2009

GAZA - Ma che mondo è questo?



   Non è possibile, non è possibile...mi ripeto spesso...ed è già accaduto, non troppo lontano.
La malvagità umana ha trovato uno dei suoi massimi sfoghi nella guerra in Iraq e non è passato molto tempo. Ci risiamo. E si, non può tutto scaturire da un disegno politico, da un interesse economico, da una fede divina. Ci deve essere altro oltre la cattiveria umana, ora mi sfugge.
Tutti sono complici, nessuno escluso ed è inutile piangersi addosso come è inutile restare a guardare.
Oggi i cani hanno superato in bravura il padrone Uesei. Non pretendo di seguire l'esempio Chavez, ma un ministro degli Esteri che non spende una parola per le vittime di Gaza...ha detto che la prima cosa da fare è una missione umanitaria, poi sarà necessario mandare un contingente di "pace" al confine con l'Egitto....Non ha chiesto un "cessate il fuoco", no, perchè è Israele a sparare.
Questi ammazzano a tutto spiano, e chiunque, "a chi tocca nun se ingrugna", recita un detto in romanesco; medici, infermieri, impiegati dell'ONU, bambini, donne...gli uomini sono tutti terroristi, il resto carne da macello.
Se ne fregano degli "inviti" delle Nazioni Unite, se ne fregano di usare armi al fosforo, se ne fregano di ammazzare qualunque cosa respiri, se ne fregano di scatenare altre guerre, se ne fregano di mettere in pericolo la vita della loro stessa gente, vogliono solo il sangue di chi non è come loro.  
Ma che mondo è questo?


sfoglia     settembre        dicembre
 

 rubriche

Diario
politica est.
politica int.
archeologia
cultura e società
pirati
amenità..foto..
arte
storia, misteri, religione
Difesa Personale, Arti Marziali, Discipline da combattimento...

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

ABSPP.ORG
ADNKRONOS
AGORAVOX
ALAIN DE BENOIST
ALJAZEERA magazine
ALTRAINFORMAZIONE
ANARCHISTS.THE.WALL
ANSA
ARAB MONITOR
ARCOIRIS
ARIANNA EDITRICE
AS.ZAATAR
AURORA INF.
AZIONE TRADIZIONALE
BABELMED
BELLACIAO
BEPPEGRILLOBLOG
BODYONTHELINE
CAFEBABEL
CANI SCIOLTI
COC
COMUNITAPOPOLI
CORRIERE
CRITICAMENTE.INF.
DAILALAMA
DECRESCITA FELICE
DI PIETRO A.
DONCHISCIOTTE
DISINFORMAZIONE
E=MCALQUADRATO
EFFEDIEFFE
EMERGENCY
ESPERIA
FORUMPALESTINA
FIORE
FREEGAZA
FULVIOGRIMALDI
GENNARO CAROTENUTO
GIANLUCA FREDA
GIORNALEDEL RIBELLE
GLISCOMUNICATI
GRANDMERE
ILGIORNALE
IL MANIFESTO
ILMATTINO
ILRIFORMISTA
ILSOLE24ORE
INFORMAZIONE.IT
INTERNAZIONALE.IT
IMMEDIA
INFOPALEST.
ILMESSAGGERO
LAPADANIA
LAREPUBBLICA
LIBERAZIONE
IL MANIFESTO
LASTAMPA
LUOGOCOMUNE
L'UOMO LIBERO
MASSIMO FINI
MOVIMENTOZERO
MARCOTRAVAGLIO
MICROMEGA
NADIA
NEOZOTICO
NEWYORKTIMES
NEXUS
NOREPORTER
OPPOSTA DIREZIONE
PICCOLEONDE
PRESSANTE
RACCONTI
RAINEWS24
RITA PANI
SCALPO
SIMONEblogspot
SAIGON
STAMPAELIBERTA'
TERRA SANTA
TERRE LIBERE
VALIGETTA
VITTORIO ARRIGONI
WARNEWS
WIKILEAKS

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom